martedì 8 maggio 2012

Vertigo

1. La Vertigine forse è la sofferenza più bella che si possa provare. Per provarla, bisogna essere arrivati su su su, e da lì, poi, accorgersi che sotto c’è l’abisso, e che basta un niente per cadere giù. Quel mancamento, quel tremore, lì sta lo stupore, la meraviglia, la potenza e l’immane fragilità della vita vera. L’esperienza dà un senso di angoscia tremendo, manca la terra sotto i piedi, letteralmente, ma bisogna essere fieri di essere riusciti a provare certe cose. Non è da tutti, infatti, sfiorare vette di felicità capaci di produrre vertigini. Gran parte delle persone, infatti, non vivrà mai la fortuna di certe altezze.