sabato 29 settembre 2012

Il blog Tutta Colpa della Maestra è il Miglior Blog Letterario secondo i Macchia Nera Awards. Leggi tutti i miei post


Oggi il blog Tutta Colpa Della Maestra - al quale collaboro - si è aggiudicato il premio come Miglior Blog Letterario ai Macchia Nera Awards, il più prestigioso premio per siti e blog del panorama nazionale. Il blog è stato fondato da Anna Wood, Roberta Lepri, Gianluca Meis, Federico Orlando e Giorgio D'Amato. Leggi i miei post su Tutta Colpa Della Maestra. 

martedì 25 settembre 2012

giovedì 20 settembre 2012

Facebook, le cose vere e le cose fighe

Facebook esaspera le pose, il narcisismo e la megalomania.
Non conta più un cazzo dire e pensare cose VERE, ma dire e pensare cose FIGHE.
Sembra che tutti si trovino perennemente in discoteca per rimorchiare.
L’onestà intellettuale definitivamente soppiantata dal marketing.

A blaze in the Northern sky

Non vedo l’ora che finisca quest’epoca per capire che tipi umani ha prodotto.
Sformati dal desiderio di successo, dalle mille bolle di illusione e dalla maledetta invidia sociale.
Abituati come MAI PRIMA D’ORA a mille sogni, mille possibili possibilità, diramazioni, mondi paralleli, alternative di vita, e aspettative. Una zavorra di aspettative che spesso fa colare a picco.
E insieme, a volte, cinici come non mai, che del pelo sullo stomaco hanno fatto una religione.
E poi sfaldati, bipolari, logorati dai troppi ping pong tra iperurani immaginativi- su su su – e abissi di troppa realtà – giu, giu giu.
E come plasmati, resi irriconoscibili dall’abitudine ad apparire, a sfoggiarsi in qualunque occasione, con la conseguente ipocrisia intellettuale del nuovo homo figus a tutti i costi. Che tutto è permesso per il denaro, gli agi, la reputazione, l’ammirazione, e tutto l’armamentario ipertrofico che ci sta lentamente sterminando.
E infine oberati di tecnologie e superomismi digitali, mentre spesso nell’offline si sente secca la brezza del Vuoto.

Che umanità è questa?
Ci vorrebbe un nuovo Pasolini per catturare qualche scintilla di Verità.

giovedì 6 settembre 2012

Malthus all'Università

La prossima riforma dell’università dovrebbe limitare l’accesso ai soli studenti ricchi.
Tutto si risolverebbe.
Basta laureati morti di fame che non fanno altro che tentare di vendersi al migliore offerente.
Basta opinioni espresse perchè fa comodo o fa figo o “potrebbe servire a qualcosa pensarla in un certo modo”.
Basta manifestazioni, eventi, paccottiglia pubblica organizzata da gente che non ci credono nemmeno loro ma lo fanno perchè chissa, un giorno, potrebbe servire.
Basta posers e ipocriti intellettuali e arrivisti e suicidi dell’anima.
Che la cultura torni a chi spetta di diritto.
A chi se la può permettere.