giovedì 29 ottobre 2015

Facebook e gli uccellini

Persone senza identità e personalità che strombazzano ossessivamente continuamente fastidiosamente la propria identità e personalità. 
Persone che vogliono far sapere a tutti che loro leggono/scrivono/pensano e che per questo postano le foto di loro che leggono/scrivono/pensano.
Persone che su Facebook si rendono odiose. Boriose. Vanagloriose. Patetiche. Volgari. Disgustose. E che magari dal vivo, in carne e ossa, sono quasiquasi persone gradevoli. 
E poi i dibattiti. 
Dibattiti tra gente che non ragiona sulle cose con altra gente che non ragiona sulle cose che finiscono puntualmente per alimentare un non-ragionamento collettivo in cui ognuno, alla fine del dibattito, resta puntualmente della propria opinione, soltanto con più rabbia e livore di prima, oltre che con un ronzìo doloroso e probabilmente cancerogeno di bile esondata e budella marce.
Dibattiti in cui puntualmente vince solo l'incomunicabilità, di quella più granitica, definitiva, inesorabile. 
E ti accorgi che la cosiddetta "cultura" delle persone spesso diventa soltanto un'ignoranza di secondo livello, un'ignoranza più odiosa e antipatica dell'ignoranza "classica". La cultura è un'ignoranza di secondo livello, potremmo dire, se non serve a discutere, parlare, confrontarsi, con chi ha meno cultura.
Da un po' di tempo ogni volta che scorro la bacheca di Facebook me ne pento. La voglia di fuggire - metaforicamente e fisicamente - sempre più impellente, urgente, sottopelle pronta a tracimare.
Meno male che ogni tanto c'è qualcosa di buono. Tipo che a ‪Bagheria‬ la prossima settimana c'è una mostra di uccellini.
"In mostra oltre 1.800 canarini, 500 pappagalli, cardellini, verzellini, ma anche uccelli esotici ed ibridi da accoppiamenti di varie specie“.
Ci andrò sicuramente, e non inviterò nessuno su ‪Facebook‬.

lunedì 5 ottobre 2015

Due recensioni: "Palermo di Carta" di Salvatore Ferlita e "Milleparolecirca" di Giusi Buttitta

Oggi pubblico su Libido Legendi due recensioni su "Palermo di carta. Guida letteraria della città" di Salvatore Ferlita e su "Milleparolecirca. Sull'assenza" di Giusi Buttitta. Puoi leggerle qui e qui.